Tutto ha inizio dal Qi

Cos’è il Qi? Un energia sottile, come quella che scorre nel corpo umano? Un energia che scorre come l’acqua?
Molti testi affermano che nelle case ci sono scorrimenti di Qi tra porte e finestre.
Probabilmente, queste sono spiegazioni semplicistiche del fenomeno.
Tutti quanti percepiamo delle sensazioni, anche se molto diverse tra varie persone, dipende dall’allenamento alla percezione.
albero inquietanteLa percezione di una certa sensazione quando veniamo a contatto con una manifestazione, avviene tramite i nostri sensi e l’abbiamo a livello viscerale.
Facciamo un esempio: se in una certa direzione della nostra casa abbiamo un albero con una forma inquietante che ci minaccia, il contatto con le sensazioni sgradevoli provocate dalla vista di quell’albero si ripete ogni volta che lo vediamo. Il contatto, quindi non è soltanto fisico, ma di uno qualsiasi dei cinque sensi. L’ambiente invia sollecitazioni che inducono una serie di reazioni totalmente inconsapevoli, senza averne coscienza, si attivano automaticamente.
Consideriamo, ancora, una strada dritta che punta verso un’abitazione, se questa conformazione crea una sensazione di disagio e disturbo, non è il  grande flusso di energia, veloce, se la strada è molto lunga, che colpisce la casa, ma è la situazione di vulnerabilità: un potenziale nemico potrebbe attaccare rapido e veloce senza dare il tempo di difesa, c’è un esposizione molto grande. Il nostro elemento animale subirà sempre questo disagio, anche se razionalmente non è così, questo provoca nella persona una reazione psicofisica simile a quella che avrebbe da un pericolo vero. Siamo sempre sul “Chi va la?”, sempre in allerta. Questo fenomeno chiamato dagli Americani, che per primi l’hanno studiato “Fight or Flight”, è la reazione ormonale che coinvolge tutto il nostro corpo, se siamo sottoposti al pericolo, anche presunto: lotta o scappa. Tutto si ristabilisce se il pericolo scompare.

Ma cosa succede se il pericolo sussiste per molto tempo, ad esempio se abitiamo nella casa con la strada che ci da disagio?

Questo potenziale continuo pericolo, ripeto anche se solo percepito e non evidente,  a cui la persona è sottoposta  da grandi stress psicofisici. Questi si manifestano poi nei più svariati modi.
Bisogna al più presto porre riparo!